Dove andare in Salento

Dove andare in Salento una guida per i turisti

Dove andare in Salento? È questa la domanda che molti, con l’approssimarsi dell’estate, si pongono, avendo come meta delle proprie vacanze questo angolo di Puglia. I motivi di richiamo non mancano e sono tutti di grande capacità attrattiva: le spiagge da sogno, il mare dai colori intensi e dalla trasparenza inattese, la cucina semplice e dai sapori autentici, la storia e la cultura di una terra dalle radici antichissime e vive. Tutti elementi che hanno fatto del Salento una delle zone più alla moda e ricercate dai turisti italiani e stranieri.

Da qui, l’esigenza di una piccola guida che segni alcuni luoghi dove andare in Salento per trascorrere una vacanza che permetta di scoprirne tutte le sfaccettature e imperdibili bellezze. Punto di partenza obbligato è, naturalmente, Lecce città di singolare bellezza irriducibile a qualsivoglia paragone. Una città le cui vie sono simili ad una sorta di giardino di pietra, in cui una prodigiosa primavera della creatività del posto ha fatto sbocciare ogni sorta di fregio, abbellimento, intaglio, aggetto lapideo, una primavera della creatività salentina conosciuta come barocco leccese. Il solo camminare per il centro storico della città è un’esperienza appagante e piena di sorprese, ma altro motivo di visita è, senza dubbio, l’artigianato locale con la rinomata produzione della cartapesta autentica eccellenza del luogo. Se si parla di mare una guida che indichi dove andare in Salento, non può che far riferimento a Gallipoli, perla della costa ionica. Una città che trova nella sua celebre fontana bifronte greca e rinascimentale, un simbolo che ne esplica la natura e modo dì essere; ovvero, sia città di mare antica e piena di tesori d’arte, che centro pulsante del divertimento delle estati salentine. Altra tappa obbligata sulla costa adriatica Otranto, la città degli ottocento martiri con le sue mura e i suoi bastioni carichi di storia, il castello che domina il centro storico e la cattedrale con il prodigioso mosaico vera summa del sapere medievale. Ma se ci si chiede dove andare in Salento per trascorrere una giornata di relax vacanziero su una spiaggia assolata, non c’è che l’imbarazzo della scelta, perché questo angolo di Puglia ospite alcune delle più belle spiagge d’Italia e non solo. Spesso paragonate alle Maldive, le spiagge salentine hanno, in realtà, un irriducibile e inconfondibile fascino tutto mediterraneo che all’incanto della natura mescola il sapore del mito e della storia. A proposito di spiagge, occorre menzionare sicuramente Porto Selvaggio il cui litorale è inserito all’interno di un parco naturale di lussureggiante bellezza. Scendendo più a sud le spiagge come Marina di Pescoluse, che circondano l’estremo limite della penisola Santa Maria di Leuca, un nastro di silicio biancore che fronteggia il blu intenso del mare. Altri luoghi da visitare se ci si chiede dove andare in Salento per scoprirne una delle sue anime antiche è la Grecia salentina, un insieme di nove comuni nel cuore della provincia di Lecce, che hanno conservato fino ad oggi la lingua e tradizioni grike. Lingua e tradizioni le cui origine sono oggetto di dibattito tra gli studiosi, ma che conservano un fascino antico e senza tempo tutto da scoprire.

Località: 
Lecce
Gallipoli
Otranto
Pescoluse
Leuca
Lido S. Giovanni - Gallipoli